martedì 11 maggio 2021

Non solo carta 3.... Alcohol Lift-Ink Technique

 

Ciao e ben trovate!
Qualche giorno fa avevo postato una delle mie tag con la tecnica dell’Alcohol Lift-Ink e qualcuna aveva chiesto cosa fosse...così...visto che con i miei ultimi articoli più che progetti preferisco mostrarvi le tecniche del Mixed Media, oggi parliamo di Alcohol Lift-Ink.

Il Lift-Ink è un tecnica che si usa con gli Alcohol Inks, i colori a base alcolica, che sono brillantissimi e permanenti, della Ranger, che potete trovare nello shop on line Arte di Chiara o al negozio da Chiara e la tecnica consiste nel “rimuovere” il colore per creare un ghost effect, usando sia i timbri che gli stencil.

Questi sono i materiali che servono..(in questa foto manca il lift-ink liquido, lo trovate qualche foto più in basso) per creare i nostri sfondi sulla carta Yupo Alcohol Ink..
 

 

📣Cominciamo con una raccomandazione...pulite bene i vostri timbri da residui di inchiostri prima di usare il tampone Lift-ink, altrimenti si sporcherebbe..

Con il tampone Lift-Ink, che ricorda molto il Versamark per embossare, tamponiamo il timbro (qui ho usato il timbro Stampers Anonymous di Tim Holtz Air Travel CMS102) che si coprirà di una patina lucida, appunto come il versamark, e con l’aiuto della stamping platform o di un blocco acrilico lo timbriamo sul nostro foglio Yupo..
 
  
Schiacciamo il timbro e premiamo un po’, una leggera pressione rimanendo in posizione per qualche secondo, così diamo il tempo al timbro di assorbire il colore..
Con una carta assorbente da cucina (lo Scottex è perfetto), tamponiamo, picchiettando senza strofinare, cambiando ripetutamente il punto di scottex in modo da picchiettare sempre con una parte pulita..questa è proprio la parte del Lift, in cui vi accorgerete che a mano a mano state “alzando” il colore dalla timbrata...
 

 

Con la stamping platform potete ripetere questo passaggio col tampone più di una volta, pulendo il timbro con un panno dai residui di alcohol e ripetendo la tecnica fino a quando sarete soddisfatte di quanto la vostra immagine si sia rivelata... ricordate che siete voi che realizzate il Lift tamponando e picchiettando con la carta assorbente per ottenere immagini più o meno nitide, per cui più pulite più l’effetto ghost sarà evidenziato...

Qualche esempio.. qui ho usato i timbri AALL&Create #449 #456 con il blocco acrilico, perché non volevo un’immagine super nitida ma volevo solo usare i colori ad alcohol per timbrare su una Watercolor Cardstock... in questo modo ottengo due sfondi al prezzo di uno 😊
(e ricordatevi che gli alcohol inks sono permanenti, perciò potrete aggiungere colori Distress o timbrate a piacimento senza rischiare di rovinare la timbrata)



Invece se volete usare i vostri stencil preferiti (qui ho usato gli stencil AALL&Create #94, #112, Stampers Anonymous Layering set 4 e set 25), vi servirà il Lift-ink liquido, che serve anche come Reinker del tampone...
Versate qualche goccia sulla spugnetta del blending tool, lavoratela un pochino sul glass media mat per fare distribuire bene le gocce sulla spugnetta, vi posizionate con lo stencil e passate il blending tool normalmente...noterete che il colore inizierà a scomparire (si trasferirà sulla spugnetta del blending tool e potrete lavarla normalmente e riutilizzarla).. a questo punto, rimanendo in posizione con lo stencil, passate la carta assorbente sempre allo stesso modo, picchiettate alternando le parti pulite dello scottex...
 




Qui ho unito il Lift-Ink di un timbro e di uno stencil (il timbro Stampers Anonymous Ledger Script CMS241 e stencil Stampers Anonymous Layering set25 Tim Holtz Collection)...le scritte con questa tecnica sono le mie preferite..
 
 
Una volta fatti i vostri Lift-ink potrete tagliare,mattare, decorare come preferite o anche fustellare le parti che vi piacciono di più per creare le vostre cards o tags..
 

 




Ho unito le mie Yupo Lift-ink con un anello e le trovate da Chiara


Come sempre vi lascio una piccola dritta.... se volete usare questa tecnica per trasferire il colore alcolico su carta acquerellabile, una volta fatto il vostro lift  e trasferito su watercolor cardstock, tenete la carta Yupo perché potrete ricominciare da capo aggiungendo altri colori Alcohol Inks e riutilizzando lo stesso foglio per altri lift... 😉😉

Spero vi possa piacere come tecnica, chiedetemi pure se avete bisogno di ulteriori dettagli e fatemi sapere voi se avete un argomento preferito Mixed Media da raccontarvi nel prossimo articolo. 

A presto
 
Ross
xxx

venerdì 7 maggio 2021

Meravigliosi Sakura!!

L’Hanami è una festa giapponese che coincide con l’arrivo della primavera, durante la quale si trascorrono intere giornate nella natura ad assistere alla fioritura dei ciliegi. I bellissimi ed incantevoli fiori dai colori cangianti, che stupiscono per la loro semplice bellezza, si chiamano Sakura...

Così ho pensato di dedicare a questa millenaria tradizione che ci ricorda la fragilità della vita e la necessità di viverne a fondo ogni istante, il mio progetto mensile per il blog.

Ho realizzato così una sorta di taccuino all’interno del quale possono trovare posto non solo fotografie ma anche appunti, note, ricordi, partendo da una collezione di carte sui toni grigio/neri di Florileges Design che si chiama appunto SAKURA.

Ecco i materiali usati :

Pad 12”x12” SAKURA – Florileges Design

Cartoncino bianco 200 gr.

Fustella Die Journal Essentials n° 381Studio Light

Cartoncino grigio e nero (Florence)

Twine black-white

Eyelets

Crop a dile della We R Memory Keepers

Punch per angoli ed intagli

Ho iniziato dalla base del mio taccuino usando la fustella più grande, presente nel set di Studio Light, con la parte terminale sagomata e ricavando così da un cartoncino bianco da 200 gr, la struttura contenente le pagine. Questo set di fustelle è ricchissimo di elementi e realizza, oltre i tagli, anche le varie cordonature.

Dalle patterned della collezione SAKURA, ho ritagliato 8 strisce di 14,5x30,5 cm, che ho cordonato sul lato lungo a 20,5 cm, e alle quali ho arrotondato gli angoli con il punch apposito.


Dal kit della fustella ho scelto gli elementi utili per ottenere le fustellate necessarie a decorare la chiusura superiore del mio taccuino e precisamente l’aletta sagomata e gli occhielli per fissare il twine.

Alla base del taccuino ho inserito un tab, sempre ottenuto dalla fustella, come chiusura inferiore, dopodichè ho iniziato a mattare il fondo con una carta patterned che misura 14,5x20,5 cm. Come chiusura ho optato per un twine black&white.

Per dare un pò di movimento interno ho sovrapposto le pagine alternandole, creando così un gioco di altezze.

A questo punto ho ritagliato dal pad tutte le tessere presenti e gli abbellimenti della planche d’etiquettes e, dopo averli disposti sul piano di lavoro, ho scelto il necessario per decorare la copertina che poi altro non è che la prima pagina del taccuino.


Successivamente sono passata ad abbellire le pagine interne, cercando di movimentare il tutto con un gioco di spessori e colori.

Ho realizzato una taschina a soffietto, con l’elemento fustella di 2 grandezze diverse presente nel set...


Ho fustellato le due tipologie di bordi decorati ma, essendo il ritaglio che si ottiene molto sottile e delicato, ho preferito fissare il cartoncino su un pezzo di foglio biadesivo per facilitarne l’applicazione a fustellata ottenuta.




Con le tessere Alfabeto del pad ho creato delle tasche aperte su 2 lati dove poter inserire tag, ritagli, fotografie...


Per la rilegatura ho scelto di cucire le pagine tra loro a due a due.

Sul dorsino del taccuino ho eseguito due fori a sinistra e due a destra, fissando così con il filo due coppie di pagine nei primi due fori e le altre due coppie nei due fori rimanenti.

 

Ed ecco il mio taccuino pronto per essere sfogliato e arricchito di preziosi ricordi, proprio come preziosi sono i petali dei ciliegi giapponesi in fiore, i Sakura, che regalano profumi e colori a chi li ammira...

Vi lascio il video


Spero che questo mio nuovo progetto vi ispiri voglia di creare e gioia nel ritagliare e assemblare. Alla prossima!

Felice scrap.

Gianna

martedì 4 maggio 2021

Cake Topper!!

Hola!
Come state? 
Siamo a Maggio e con l'arrivo della bella stagione e l'allontanarsi delle varie restrizioni, si inizia a pensare a poter finalmente ricominciare a festeggiare tutte le cerimonie e le ricorrenze che per troppo tempo sono state accantonate.
Oggi, proprio pensando alle feste, voglio mostrarvi un progetto che potrebbe tornarci utile in queste situazioni: Un Cake Topper
Spesso quando si parla di Cake Topper nella nostra testa lo associamo all'utilizzo di plotter da taglio come la Cameo o la Cricut.
In realtà, con un po' di fantasia, basta qualche fustella, un timbro e colori basta per poter realizzare qualcosa di carino e personale per decorare le nostre torte.
 

 Sono partita ritagliando un esagono con il lato di 11 cm su un foglio di cartonlegno spesso 1mm.
 
 
Per creare lo sfondo ho passato due mani di colore tipo chalck verde salvia sulla base e una volta asciutta, ho steso la pasta di Modascrap Fluffy colore "sunshine" utilizzando uno stencil di Studio Light per dare un effetto di decorazione tridimensionale.
 

Mentre attendevo che si asciugasse il tutto, ho assemblato con varie fustelle Sizzix  dei fiori di cui ho sfumato i petali con i vari distress ink e aggiunto delle gocce di Nuvo Cristal Drops per creare il pistillo.
Una volta che la base è risultata perfettamente asciutta ho incollato i fiori.
 
 
Ora veniamo alla parte per me più divertente!
La colorazione del timbro!!
Ho scelto di utilizzare una delle nuove fatine Polkadoodles "Serenity Butterfly Dreams" che a mio parere si prestava benissimo a questo utilizzo.
Ho timbrato con il Versafine nero su carta acquarellabile e ho fustellato una cornice di Studio Light. Ho colorato tutto con i Distress Ink e ho passato in alcuni punti il Wink of Stella trasparente per dare un leggerissimo tocco glitterato in alcuni punti.
 
 
La scritta "Happy" è stata fatta con la "Word Punch Board" della We R Memory Keepers, mentre per "birthday" ho utilizzato una fustella usando un doppio strato, uno in crepla e uno in carta  e ho embossato con la polvere Wow nera glitterata per dare più spessore possibile.
 
 
Ora non è rimasto che inserire gli stecchi da spiedino sul retro fissandoli bene con del nastro adesivo e ricoprire la parte posteriore con della gomma crepla (ho optato per la crepla rispetto alla carta poichè, essendo più modellabile, tende a non fare grinze e ad aderire meglio) tagliata a misura.
Ed ecco qua, il gioco è fatto!
Vi lascio altre foto dei dettagli!!
 

 





Spero vi sia piaciuto e vi do appuntamento al prossimo mese!
 
XOXO
 
CLAUDIA

 

venerdì 30 aprile 2021

Our Guest!

 


Ciao a tutti!
Sono Marcelo, brasiliano, ma vivo in Italia da 10 anni.
Sono laureato in pubblicità e ho lavorato in tanti campi relativi all’Arte, come design grafico,
direzione artistica di eventi, imballaggi, disegno di moda/costumi/scenari e tanto altro.
Nel 2012 ho iniziato un progetto chiamato By Marcelo: all’inizio era solamente un blog dove
condividevo alcune delle mie passioni (collezione di tazze antiche, decorazioni per feste,
craftwork, schizzi di moda…).
Nel 2015 ho raggiunto gli altri social media, dove ho iniziato a pubblicare anche tutorial che
motivassero le persone a sognare e utilizzare la creatività.
Amo disegnare, lavorare con la carta, tessuti, materiali naturali, sempre alla scoperta di nuove
tecniche, attrezzi e prodotti. Mi piace lasciare una impronta creativa “da favola” in ogni mio
progetto. Cerco di arricchire i progetti creando personaggi speciali e musiche a tema, insomma,
sempre dentro un’atmosfera da sogno…
Ho conosciuto “Arte di Chiara” da pochissimo tempo e ho partecipato al contest per realizzare
una memorydex card con il tema “Spring” – sono stato scelto guest designer per questo mese e
sono molto felice!
Ho preparato questo tutorial in modo che possa essere più accessibile a tante persone che vogliono realizzare
la loro Fata dell’Amore!


Tutorial Fata dell’Amore by Marcelo
 
Materiali necessari:


- Timbro (uno che possiamo utilizzare per la faccina della fata. Non fa niente se ha altri
elementi come corpo, oggetti in mano, ecc. Vi mostrerò come neutralizzarli)
- Scotch di carta
- Inchiostro di colore chiaro o neutro
- Cartoncino per disegnare e colorare tutti gli elementi (la grammatura dipende dalla tecnica che
utilizzeremo per colorare. Se utilizziamo l’acquarello, per esempio, ci serve un
cartoncino di grammatura più alta)
- Materiale per colorare (pennarelli, acquarello, matite colorate, penne gel, ecc)
- Righello
- Punch per il fermacampione
- Stecchino
- Carta per schizzo e cartamodello degli elementi


Per realizzare la nostra Fata, iniziamo con la faccina.
Prendiamo il timbro e per neutralizzare gli elementi che non vogliamo nella nostra illustrazione,
mascheriamo con un pezzo di carta fissato con lo scotch.
Applichiamo l’inchiostro (nel mio caso ho utilizzato uno di colore sabbia, perché il cartoncino che ho utilizzato è avorio.
Rimuoviamo il pezzo di carta e proseguiamo con la timbrata (possiamo fare una prova su una
carta per schizzi prima di timbrare su cartoncino – così, possiamo aggiustare qualche errore).


Realizzata la timbrata, verifichiamo se è tutto OK e continuiamo con il disegno.


Disegnamo un mezzo busto della nostra fata. Ho scelto un modello di vestito che ha un collo
alto e decorato – potete realizzarlo in sintonia alle vostre preferenze.
Disegnamo il vaso. Importante: questa parte è la base della memorydex card – per questo,
ricordiamo di rispettare le misure per poter utilizzare il punch. Suggerimento: potete utilizzare
una memorydex card come riferimento.
Punto Centrale (nella foto potete vedere questo punto nella parte superiore del vaso): questo
punto sarà il centro della paper doll, cioè, manterrà tutti gli elementi insieme (petali e foglie),
legati al vaso.


Completiamo il disegno, aggiungendo accessori (ho disegnato un cappellino che sarà il pistillo
del fiore e sarà visibile quando la gonna ruoterà e diverrà petalo.
Ho aggiunto anche uno sfondo, un fiore enorme dietro alla fata, questo semplifica il
lavoro di taglio e abbellisce l’illustrazione.
Ho disegnato anche un' etichetta sul vaso con il nome del fiore.


Adesso iniziamo a disegnare il cartamodello delle foglie e dei petali.
Ricordiamo che la fata ha una gonna (formata da due petali) e due foglie che completano il
look.
Vi mostrerò come ricavare le misure per questi elementi:


Per le foglie: con il righello, prendiamo una misura che va da alcuni millimetri dal punto centrale
fino a un punto che coprirà le braccine della fata.


Per i petali: con il righello, prendiamo una misura che va da alcuni millimetri dal punto centrale
fino a un punto che coprirà la testa della fata (ricordando che il pistillo rimarrà visibile, anche
quando il fiore è chiuso).


Queste sono le forme delle foglie e dei petali.
Disegniamoli in una carta per schizzi e ritagliamo.


Posizioniamo questi elementi sulla fata, mantenendoli con uno stecchino. Lo stecchino deve
essere posizionato giustamente nel punto centrale, possiamo così verificare, girando gli
elementi, se coprono le braccine (nel caso delle foglie) e la testa della fata (nel caso dei
petali).
Facciamo un segno nel punto centrale sulla foglia e sul petalo.
Avremo bisogno di due petali e due foglie.


Trasferiamo i disegni delle due foglie e dei due petali sulla nostra illustrazione.
Adesso possiamo colorare.
Nel mio caso, ho utilizzato pennarelli ad alcool come base e dopo asciugato, ho aggiunto
dettagli con matite colorate, fineliner, penne gel, ecc.
Potete lasciar volare la vostra creatività. Potete decorare con altri piccoli elementi incollati,
potete mettere un pochino di glitter o quello che la vostra immaginazione suggerisce.


Quando finiamo di colorare, procediamo con i tagli degli elementi.


In questa foto possiamo vedere l’illustrazione tagliata e gli incastri realizzati con il memorydex
card punch nella base del vaso.


Dobbiamo realizzare i buchi per introdurre il fermacampione. Questi buchi devono essere fatti
su tutti i punti centrali (segnati quando abbiamo fatto la prova con lo stecchino) di ogni elemento.


Fissiamo tutti gli elementi con il fermacampione.
 
La nostra fata è pronta.



Adesso possiamo giocare con la paper doll e abbellire la nostra collezione di memorydex cards!
 
Spero vi sia piaciuto e felice Primavera!
 
Marcelo

Non solo carta 3.... Alcohol Lift-Ink Technique

  Ciao e ben trovate! Qualche giorno fa avevo postato una delle mie tag con la tecnica dell’Alcohol Lift-Ink e qualcuna aveva chiesto cosa...